Campus universitario USI/SUPSI

supsi_08
supsi_08
od'a officina d'architettura 2265 giorni ago

od'a officina d'architettura posted a photo:… Read More

 
supsi_07
supsi_07
od'a officina d'architettura 2265 giorni ago

od'a officina d'architettura posted a photo:… Read More

 
supsi_01
supsi_01
od'a officina d'architettura 2265 giorni ago

od'a officina d'architettura posted a photo:… Read More

 
Stampa
Stampa
od'a officina d'architettura 2265 giorni ago

od'a officina d'architettura posted a photo:… Read More

 
supsi_09_
supsi_09_
od'a officina d'architettura 2265 giorni ago

od'a officina d'architettura posted a photo:… Read More

 

Il nuovo campus oltre ad avere l’obiettivo di completare il “sistema università” della Svizzera Italiana sarà una cerniera tra il tessuto edilizio della parte est e quella ad ovest del fiume Cassarate e cerniera tra gli edifici cantonali a carattere scolastico nelle aree a nord del lotto e l’attuale campus universitario sull’altra sponda del fiume.

Il principio insediativo del nuovo campus ha una logica opposta rispetto a quella attuale dove tutti gli edifici sono aggregati verso il centro dell’isolato e dove lo spazio verde è prevalentemente sui bordi. Il progetto inverte i fattori definendo all’esterno una cortina edilizia compatta e di chiara percezione e internamente una grande corte centrale. Un grande anello che racchiude e protegge gli utenti e grazie all’articolazione delle sue componenti determina una sequenza continua di spazi aperti, aperti-coperti, coperti-aperti, e costruisce lo spazio pubblico che entra negli edifici e che lo attraversa ri-definendo un nuovo pezzo di città.

L’intero campus è progettato come un edificio sostenibile. Dal punto di vista sociale grande attenzione è stata data all’individuazione di spazi di aggregazione sia interni agli edifici che esterni individuando tre famiglie: spazi pubblici, spazi semipubblici e spazi privati. Dal punto di vista energetico il campus è concepito come una macchina energetica autosufficiente grazie a sistemi passivi e attivi e all’utilizzo di risorse energetiche rinnovabili – geotermia, recupero acque meteoriche, fotovoltaico, eolico. Particolare attenzione è stato rivolta alla circolazione naturale dell’aria che avviene attraverso un sistema di doppia facciata, schermatura e facciata vetrata e camini di ventilazione. In copertura invece è prevista la realizzazione di un tetto giardino estensivo che consente la compensazione di superficie verde sottratta al suolo cosi da conservare il microclima e il rispetto dell’habitat fluviale della flora e della fauna.

luogo /location

Lugano – Viganello, Svizzera

committente /client

 

progetto /architectural design

Od’A-Officina d’Architettura

 

architetti /architects

Bruno Discepolo, Alessandra Fasanaro, Giovanni Aurino con Giovanni Travaglione

design team-collaboratori /design team-collaborators

archh. Fabrizia Costa Cimino, Irene Lettieri, Vincenzo Fiorillo

 

programma /plan

Concorso d’architettura – Campus universitario USI/ SUPSI a Lugano-Viganello

 

superficie totale /total area

22.200 mq

superficie utile /floor area

39.170 mq

superficie coperta/indoor area

7.834 mq

Volume /volume

144.662 mc

 

calendario /timetable   

progetto preliminare

2011

 

Importo opere/budget

CHF 800.000.000 ( € 65.439.672,80)

 

 

 

 

Comments are closed.

  • Facebook
  • LinkedIn
  • Instagram
  • Twitter
  • Flickr