ecocentricity – tianjin design week 2016

Le città sono i luoghi dove si producono le innovazioni e si prefigurano le tendenze e gli scenari del futuro. Nello spazio urbano si concentrano sempre di più quote di popolazione, la produzione della ricchezza mondiale, i servizi più sofisticati ed una qualità di vita migliore.

Le moderne tecnologie sono chiamate a dare risposta a molti dei problemi connaturati alla concentrazione di persone e attività in spazi ristretti.

La smart city rappresenta la prospettiva della città futura dove le moderne tecnologie consentiranno un equilibrato rapporto tra natura, spazio antropizzato e formazioni sociali.

Il modello verso cui si propende, riguarda la definizione di una città intelligente con livelli prestazionali orientati alla riduzione dei consumi o della produzione di inquinanti o di rifiuti, ed alla ottimizzazione della gestione delle risorse, l’efficientamento delle reti e dei servizi, più in generale l’elevamento della qualità della vita degli abitanti anche mediante una loro partecipazione attiva e consapevole.

Eco.centri.city è la risposta alla domanda se, in una visuale egocentrica ed incapace di contemperare interessi personali con valori comunitari, non sia oggi arrivato il tempo per la proposizione di un luogo (city) dove coniugare obiettivi di sostenibilità ambientale (eco) continuando a mettere al centro (centri) del progetto l’individuo.

credits
Scientific curator of the exhibition
Massimiliano Campi, Bruno Discepolo, Alessandra Fasanaro, Massimo Marrelli

Technical organizing committee
Valeria Cera
Yanan Xu 徐雅楠
Domenico Iovane
Valeria Cappellini
Lucien Sambuco

Text translation
Alice Colantuoni
Yanan Xu徐雅楠
Cathy Jiang姜茜
Elvira Agnese
Tang xu

Concept
Giovanni Aurino
Massimiliano Campi
Bruno Discepolo
Alessandra Fasanaro
Paolo Colantuoni
Paolo Altieri

Graphic design
Paolo Altieri

Exhibition realized by
CISI Sino-Italian Interuniversity Consortium
AD+ architecture and engineer company

04 0506 07

Comments are closed.

  • Facebook
  • LinkedIn
  • Instagram
  • Twitter
  • Flickr