Od’A Officina d’architettura

Od’a Officina d’Architettura è una società di ingegneria, nata nel 2001, per iniziativa di due architetti napoletani, Bruno Discepolo e Alessandra Fasanaro già insieme nel lavoro dal 1978. Con loro Giovanni Aurino che dal 2009 ne diventa partner. Nel giugno del 2018 Bruno Discepolo lascia lo studio per dedicarsi a tempo pieno all’incarico di Assessore all’Urbanistica della Regione Campania.  Lo studio declina il tema del progetto d’architettura alle varie scale, rifiutando una rigida logica di specializzazione: urbanistica e architettura, restauro, paesaggio, interior design e concorsi di architettura costituiscono diversi ambiti nei quali, di volta in volta con il coordinamento dei responsabili di settore, lo studio è intervenuto con progettazioni, realizzazioni, studi di fattibilità. Recentemente hanno dato vita, con altri, alla società ADO, Architecture Design Organization , impegnata in progetti in campo internazionale e, attraverso di essa, alla società AD+, Joint venture con la società partner Flight LTD, con sedi a Pechino, Tianjin, Napoli.
Inoltre lo studio ha stipulato accordi di collaborazione con l’Università Federico II di Napoli, la SUN Seconda Università di Napoli, lo IUAV  Istituto Universitario di Architettura di Venezia, l’Universidad de Alicante, Universidad de Madrid, École nationale supérieure d’architecture de Paris-Belleville e per il progetto Leonardo (erasmus+) la Beca Argo – programma di mobilità per studenti e laureati spagnoli.

Alessandra Fasanaro/ Architetto/ Progettazione architettonica, paesaggistica e interior design/ direttore tecnico/ Amministratore

Giovanni Aurino/ Architetto/ Progettazione Architettonica e coordinamento generale/ Socio

Personale interno
Elvira Tufano/ Amministrazione/ Segreteria e  gare

Consulenti interni
Vincenzo Fiorillo/ Architetto/ Progettazione architettonica e paesaggistica
Irene Lettieri/ Architetto/ Progettazione architettonica e urbanistica
Emma Di Lauro/ Architetto/ Progettazione architettonica e di interni
Giuseppe Caputo/ Architetto/ Progettazione, grafica e 3d
Anna D’Alessandro/ Contabilità

Collaboratori dal 2001
Daniele Sarnataro, Giuseppina Ronga, Alessia Cuomo, Fabrizia Costa Cimino, Maria Scognamiglio, Daniela Perrella, Arturo Melisi, Mariagrazia Campanelli, Giovanni Travaglione, Francesco Rossini, Corrado d’Elia (NODE studio), Luigi della Morte, Angelo Abbate, Maria Verdicchio, Annagrazia Fabbrocile, Julian Matin Banos, Marialuisa Guerra Garcia, Alejandro Fernández Palicio, Isabel Cano Ariño, Fabrizio Stenti, Lycourgos Lambrinopulos, Giovanni Cardone, Salvatore Gammella, Dolores Egizzo, Ekain Puyana, Vincenzo Vignola, Alessia de Michele, Lucia Carlomagno, Fabrizio Stenti, Vincenzo Accetta, Giuseppe Marino, Tiziana Manfellotto, Vincenzo Murolo, Giulia Ventre, Gina Furia, Paolo Santangelo, Giulia Beretta, Carmine Errico, Federica Boni, Francesca Girardi, Serena Pisano, Dario Forte,  Pablo Martin Barrera, Sarra Elmoujahid, Lorenzo Langella, Claudia de Felice, Claudia Leone, Maria Cigliano, Serena Pisano, Carolina Bergamasco, Francesca Caiazzo, Francesca Scognamiglio, Angèle Pavaux, Laila Mrabet Ouriaghli, Laura Tundidor, Noemi Pietroluongo, Mario De Martino, Francesca Bertagnin, Pasquale Intingaro, Gaetano Filogamo, Federica Capuozzo, Fabio Esposito

profilo personale dei soci

Alessandra Fasanaro

laureata presso la Facoltà di Architettura dell’Università degli Studi di Napoli nel febbraio 1979 ed abilitata all’esercizio della professione nel 1980. Fin dall’inizio della sua attività professionale si è particolarmente interessata ai temi della progettazione del verde e del recupero ambientale e dal 1993 è socio AIAPP – Associazione Italiana Architetti Paesaggisti, IFLA – Associazione Internazionale Architetti Paesaggisti ed EFLA – Associazione Europea Architetti Paesaggisti.  La sua specifica esperienza professionale tende ad integrare gli aspetti architettonici con quelli più propriamente paesaggistici e ambientali. Nel 2000 è Consulente del Comune di Vico Equense, settore Gestione del Territorio, per la progettazione architettonica e ambientale.  Nell’anno accademico 2003/2004 è stata professore a contratto per attività didattiche integrative nel corso di “Architettura dei giardini e dei parchi” presso l’Università degli Studi di Napoli “Federico II”. Negli anni 2003 e 2004 ha tenuto alcuni seminari nell’ambito del Corso di Perfezionamento in Architettura dei Giardini e Assetto del Paesaggio presso l’Università degli Studi di Napoli, Dipartimento di Progettazione Architettonica e Ambientale. Nel 2000 è stata responsabile per il Censimento del verde nel comune di Aversa, nell’ambito del Preliminare di Piano Regolatore redatto dalla Facoltà di Architettura della Seconda Università degli Studi di Napoli. Nel 1999 e  nel 2000  ha tenuto lezioni sulla storia e l’analisi del paesaggio presso la Facoltà di Architettura della II Università degli Studi di Napoli nell’ambito del Corso di Analisi della città e del territorio. Tra le pubblicazioni da lei curate si segnalano: “Campania, i musei locali” ed. Graffiti 1999, la collaborazione con la rivista semestrale “Architettura del Paesaggio”, ed. Paysage, ed in particolare il coordinamento della sezione Napoli – Metamorfosi del paesaggio partenopeo, n. 15, aprile 2007. Suoi lavori sono stati pubblicati su riviste specializzate ed in particolare sul volume “donne di Fiori”, Electa 2005, a cura di Isnenghi, Palminteri, Romitti.

Giovanni Aurino

laureato presso la facoltà di Architettura della Federico II di Napoli, ha studiato per due semestri presso la TÜ -Technische Universitaet di Graz, Austria, è cultore della materia per le discipline urbanistiche presso la Facoltà di Architettura Luigi Vanvitelli della Seconda Università di Napoli. E’ stato membro del consiglio direttivo nazionale dell’Istituto Nazionale di Architettura dal 2003 al 2006, mentre dal 2006 è consigliere regionale di InArch Campania di cui attualmente è segretario regionale. Nel 2011 vince il concorso internazionale Europan11, partecipando alla competizione sul sito belga di Sambreville (Namur) col progetto Ville+Sambre+Ville, per la realizzazione di un nuovo eco quartiere residenziale. Nel 2012 è tra i cofondatori dell’associazione culturale L.O.A. Laboratorio Oltre l’Architettura, attraverso la quale ha organizzato e coordinato numerosi concorsi di architettura. Nel 2013 fonda il portale di architettura www.archgld.org (di cui è caporedattore) e della pagina facebook Napolidesignconnection. Ha organizzato e coordinato il concorso internazionale di Architettura LORO DI NAPOLI, Napoli a Shanghai, del quale ha curato anche il catalogo, il design contest NapoliFUD, per la progettazione di uno spazio commerciale dedicato a cibo napoletano a Londra. Vince il concorso di Urban Light Design Contest, organizzato dall’Ordine degli Architetti di Napoli, per la riqualificazione di Piazza Matilde Serao a Napoli. Nel 2014 è nel comitato organizzativo della TDW Tianjin Design Week che si svolge a a Tianjin – Cina, e fa parte della giuria internazionale del workshop di progettazione “A temporary store in Tianjin”. Riceve una segnalazione speciale per il concorso di idee “Un edificio destinato a Housing Sociale in Santeramo in Colle (BA)”. Nel 2015 organizza e coordina il concorso internazionale ITA>HK Italia ad Oriente, per la realizzazione di un nuovo quartiere ad Hong Kong. Vince, con lo chef Valentino Palmisano, il concorso di design  foodieschallenge 2015 nella – categoria Fingerfood – organizzato da exposinergy. Nella TDW  è tutor del workshop design Feeding and knowledge: traditional street food and innovation process. Partecipa in Francia con lo studio 5+1aa agence d’architecture al concorso ad inviti per la riqualificazione de La Poste Colbert a Marsiglia. Nel 2016 è tutor del workshop Detox design, Building creative atmospheres for sustainability in city renewal tenuto durante la TDW2016. Collabora con il Talk 500×100 ideato da Alfonso Femia, AF517.

Share to Google Plus

Comments are closed.

  • Facebook
  • Instagram
  • Twitter
  • Flickr