openday camaldolilli25

invito Camaldolilli25_Pagina_1
invito Camaldolilli25_Pagina_1
od'a officina d'architettura

od'a officina d'architettura posted a photo:… Read More

 
openday
openday
od'a officina d'architettura

od'a officina d'architettura posted a photo:… Read More

 
invito Camaldolilli25_Pagina_2
invito Camaldolilli25_Pagina_2
od'a officina d'architettura

od'a officina d'architettura posted a photo:… Read More

 
openday
openday
od'a officina d'architettura

od'a officina d'architettura posted a photo:… Read More

 
openday
openday
od'a officina d'architettura

od'a officina d'architettura posted a photo:… Read More

 

Presentazione delle residenze di Camaldolilli25 – giovedi 16 ottobre 2014
OPENDAY

All’interno di una grande area verde, estesa circa 45 mila mq. e ubicata tra via Pigna e via Camaldolilli, è in corso di realizzazione un innovativo progetto di riqualificazione urbanistica e ambientale. Un complesso residenziale, isolato in una macchia di verde, al centro del Vomero, vicino all’uscita Camaldoli della Tangenziale e alla stazione Quattro Giornate della linea 1 della Metropolitana, che ben rappresenta una nuova concezione dell’abitare sostenibile a Napoli. Il primo intervento, in corso di ultimazione, prevede la realizzazione di 23 unità immobiliari, di classe energetica A, antisismiche, dotata ciascuna di terrazzi o giardini privati, box auto, verde condominiale e parcheggi comuni, palestra.

Il progetto così come previsto dal PUA approvato dal comune di Napoli nel 2009, sarà completato con la realizzazione di un piccolo parco pubblico, annesso alla scuola materna/elementare De Curtis , di un’area adibita al gioco dei bambini e per gli anziani, orti urbani e un’attrezzatura sportiva (una piscina e un campo da tennis, in attesa di approvazione da parte del Comune).

Per la restante parte dell’area è stata avanzata la proposta di un Parco agricolo ad iniziativa privata. A completare il progetto di riqualificazione urbana ed ambientale il rifacimento del primo tratto di via Camaldolilli.

L’intervento è stato promosso dal gruppo Letizia e progettata dallo studio Od’A Officina d’Architettura (Bruno Discepolo, Alessandra Fasanaro e Giovanni Aurino architetti) in collaborazione con l’ing. Camillo Alfonso  Guerra (strutture) e lo studio Rasulo (impianti).

Comments are closed.

  • Facebook
  • LinkedIn
  • Instagram
  • Twitter
  • Flickr